Telefono di contatto:

Email di contatto:

Pochi i clienti per la mia attività olistica. Perchè?

giugno 29, 2017

Quante volte ho sentito questa frase, brave professioniste e professionisti che lavorano da anni nell’ambito olistico ma che ad un certo punto vedono la loro attività sulla quale hanno investito tempo e denaro, stentare a decollare. Naturopati, pranic healer, operatori shiatsu, reiki, medici e psicologi con propensione olistica e via dicendo.

Ancora una volta, non mi stancherò mai di dirlo, il problema è solo ed unicamente nel metodo di comunicazione.

Ti serve un metodo.

Prendiamo l’esempio di Stefania Shantidasi.
In questi ultimi mesi abbiamo accumulato molta esperienza diretta a fianco di nostri colleghi operatori olistici e credo quindi che riportare degli esempi reali sia più efficace che spiegare delle semplici nozioni teoriche.

Stefania è un’operatrice che lavora per la maggior parte individualmente , effettua attività di counselling e lavora con trattamenti vibrazionali. Spesso collabora con associazioni olistiche ma ha comunque una predilezione ad avere una sua cerchia di clientela. Utilizza campane tibetane, tecniclehe di Rebirthing e comunque ha sviluppato una sua tecnica personale maturata dalla sua quasi quarantennale esperienza e percorso di vita.

Stefania ha frequentato l’edizione della settimana scorsa del nostro corso di comunicazione e web per operatori olistici. Doveva essere l’unica edizione dell’anno, ma il fatto che il corso sia andato tutto esaurito in una settimana ci ha fatto rilflettere sul fatto che effettivamente in Italia ci sono moltissimi corsi di web e comunicazione, ma siamo gli unici che lo hanno verticalizzato sulle esigenze specifiche dell’operatore olistico.
E’ vero quindi che il nostro corso, in quanto a contenuti, non c’entra nulla con gli altri corsi di Webmarketing di eminenti colleghi (a tal proposito ci mancano solo 4 adesioni per chiudere il corso del 31 luglio e 1 agosto).

Quindi tornando a Shantidasi… lei è venuta al corso con semplici domande:  – perchè con tutta l’esperienza accumulata negli anni e con ottimi risultati sui miei clienti, non riesco ad allargare il cerchio di clientela? Eppure ho seguito i consigli che si trovano nei blog di comunicazione. Ho aperto una pagina Facebook, ho investito sul mio sito, ho fatto pubblicità invitando le persone a contattarmi. Ma la clientela che ho è tutta quanta derivata unicamente dal passaparola. –

La risposta è tutta nella metodologia di comunicazione.

Devi comprendere che aprire un sito internet o una pagina Facebook non è un’azione in sè stessa di vera e propria comunicazione.

Aprire un sito è come dire “ho aperto un negozio in un vicolo nascosto di una periferia cittadina.”

Usando questa metafora, affinché le persone acquistino nel tuo negozio di periferia sono necessarie 3 cose:

 

  1. che le persone sappiano della tua esistenza
  2. e che siano interessate a ciò che hai da proporre
  3. infine che abbiano un buon motivo per scegliere il tuo servizio piuttosto che un’altro simile.

Il più difficile da soddisfare è il 3° punto, ma se i primi due non vengono svolti correttamente al 3° punto non ci si arriverà mai.

Ora quindi il problema di Shantidasi era che non avendo una specifica metodologia di lavoro stava sperperando soldi e tempo su azioni effettuate quasi a casaccio.

Questa metodologia di ottimizzazione  o ti viene insegnata da qualcuno o è veramente difficile da intuire leggendo spezzoni di blog sul web.

Il problema maggiore stava nel fatto che Stefania Shantidasi, a forza di risultati che non arrivavano mai, stava lentamente abbandonando  l’utilizzo degli strumenti online perchè si stava facendo l’idea di essere Lei incapace ad usarli.

Ricordo che in classe disse “ mi considero brava nel mio lavoro, ma immaginare di dover fare anche l’esperta di web e Facebook, questo è troppo. Però sono qui, ci riprovo e voglio vedere se riuscite a farmi capire qualche cosa di più”

Il problema di Stefania era tutto nella metodologia, gli strumenti li sapeva usare tecnicamente, ma non aveva il metodo per usarli nel modo efficace.

Durante il corso abbiamo lavorato insieme a Stefania e mostrando. in questo modo, il processo di ottimizzazione dei testi di Stefania a tutti gli altri partecipanti. Nel giro di poche ore abbiamo sistemato la sua comunicazione partendo proprio dall’ultimo punto di cui sopra, ossia: – qual’è il motivo per cui le persone che non ti conoscono dovrebbero scegliere il tuo servizio? Piuttosto che qualche cosa d’altro?”

Diceva Stefania –  sai Ugo mi sono resa conto che il motivo per cui le persone che poi non accettano di fare i miei trattamenti è perchè scelgano i trattamenti di un mio collega. Il problema è che se non vengono da me spesso hanno scelto qualche cosa d’altro che non c’entra nulla, tipo un corso di pilates, o un semplice massaggio estetico. Questo lo trovo svilente. –

Ed è vero. Ma questo accade a causa di una tua comunicazione inefficace. Non a causa delle persone che non comprendano ciò che fai.

Quindi per prima cosa siamo intervenuti sui testi. Cosa e come Stefania spiegava al suo nuovo potenziale cliente?

Sin da subito è apparso chiaro che Stefania, nella comunicazione, si poneva nel raccontare le caratteristiche del proprio servizio. Si dilungava a spiegare che cos’ erano le campane tibetane, spiegava la storia del rebirthing e come era arrivato in Italia e di come lei fu una delle prime facilitatrici di quella disciplina.

In sintesi Stefania si era focalizzata sullo spiegare i propri servizi. Come d’altronde fanno il 99 % degli operatori olistici italiani che hanno un sito o una pagina Facebook.

Parlano di loro stessi e delle loro discipline.

Nulla di più sbagliato.

Ed è questo il motivo per il quale il 99% degli operatori olistici perdono centinaia di contatti utili ogni mese.

Perchè spiegano i loro servizi. Parlano di sé stessi.

Questo potrebbe essere efficace nel momento in cui si parla a qualcuno di persona.

Ma su internet è tanto utile quanto un buco nell’acqua.

L’Era che stiamo attraversando è incentrata sui Social Network, è il momento storico in cui chiunque –  è  –  e desidera essere “protagonista”.  Il periodo in cui il tuo pubblico essendo bombardato di informazioni ha poche frazioni di secondo per essere attirato da te, la parola d’ordine è mettere il tuo prossimo al centro della tua comunicazione.

Non spiegargli cosa fai tu, ma cosa fai per loro, cosa loro ottengono, come lo ottengono, cosa proveranno, vedranno, sentiranno, come staranno dopo aver avuto accesso  al tuo servizio.

Non sono concetti difficili da imparare, sono quasi immediati in effetti.

Ma queste metodologie, come accennato prima, devono essere apprese partendo da esempi pratici, devi comprendere cosa scrivere, come scriverlo, che foto utilizzare e cosa non utilizzare.

La cosa più rapida è vederla con i tuoi occhi come funziona una metodologia strutturata e poi replicarla.

La fatiche che facevi prima di conoscere le metodologie di comunicazione efficace, diventano così dei lontani ricordi.
E per forza di cose poi queste attività diventano molto più semplici e gratificanti, facendoti sentire più sicurezza e serenità rispetto al tema della comunicazione sul web.

Spero con questo articolo di averti fatto comprendere la via giusta per il tuo studio futuro e chiarirti anche che non serve diventare degli esperti di webmarketing, ma solo di una parte di esso.

Quella che puoi utilizzare subito per migliorare la tua comunicazione.

Permettimi di  rinnovarti l’invito a partecipare all’unica data  ancora disponibile nel nostro programma di formazione HOLYSTICA ACADEMY,  leggi con calma la pagina del corso.
Tra l’altro abbiamo ulteriormente specificato nella parte che leggerai e che riguarda il costo che, essendo noi operatori olistici, non desideriamo che la tua mente adoperi la problematica del costo per metterti un ostacolo alla tua crescita professionale. Il costo del nostro corso non è un problema perchè tanto nelle settimane successive il ritorno che otterrai sarà moltiplicato e soprattutto perchè per noi non c’è nessun problema a venire incontro agli operatori olistici italiani che desiderano veramente dare una svolta alla loro comunicazione.

Sappiamo che se tu crescerai, crescerà anche il contesto olistico e tutti ne beneficeremo.

Tutto ciò che conta è la relazione. E noi desideriamo fare il primo passo nella relazione con te.

VEDI IL NOSTRO SEMINARIO ONLINE

 

0 Comment on this Article

Add a comment