Telefono di contatto:

Email di contatto:

Perchè la funzione eventi su Facebook nuoce all’operatore olistico?

maggio 28, 2017

In questi anni di lavoro su Holystica ho visto molti operatori che si sono prodigati nell’utilizzare la funzione “eventi” su Facebook.

Nulla di più improduttivo.

I risultati, quando va bene, sono quelli di avere una lista di persone che dicono di voler partecipare all’evento/corso ma poco o nulla si converte in iscritti.

E questo crea frustrazione. Perlomeno a me l’ha creata quando inizialmente la usavo per mostrare gli annunci del corso di ‘Meditazione alle Terme’ o gli eventi sui suoni binaurali e musica a 432 hz.

Al massimo, su 100 persone che avevano manifestato la loro intenzione di partecipare, se ne presentavano 1 o 2.

Il problema nasce proprio dalla funzione di Facebook che è troppo “compulsiva”.

Le persone si iscrivono all’evento con un click e poi se ne dimenticano.

In pochi secondi una persona legge dell’evento, clicca su “partecipo”, pochi secondi dopo riceve un messaggio che lo distrae, comincia a chattare, dopo un’ora se ne è dimenticato.

Far arrivare una persona a un evento è un processo che ha molteplici passaggi.

Vediamoli insieme e troviamo la soluzione.

Perchè una persona viene per la prima volta a un tuo corso/evento?

Perchè ha un’esigenza. Vuole migliorare qualche cosa della sua vita.

Ha cercato delle soluzioni. Ha trovato in te un’opportunità per risolvere la sua esigenza. Si è informato. Ha vagliato l’ipotesi di conoscerti. Ha preso la decisione di fare un’azione e solo alla fine l’ha eseguita. Poi però, dopo aver preso la decisione, ritorna nel suo quotidiano.

E mille dubbi lo assalgono.

Ora non prendiamo in esame tutti i passaggi precedenti al fatto che lei (o lui) abbia deciso di fare l’azione di iscriversi ad un tuo corso, perché sarebbe troppo lungo in questa sede spiegarlo.

Ma vediamo solo il passaggio che lo spinge a fare un’azione nei tuoi confronti.

Ossia, dichiarare su Facebook “voglio fare il tuo corso”.

Quello è un momento critico. E’ il momento in cui devi essere dotato di uno strumento immediato che lo connetta a te, che ti faccia parlare con lui o, perlomeno, che ti faccia dialogare almeno via email.

Lo strumento “eventi” di Facebook, in questo senso, è uno strumento inutile perché non ti fa entrare in connessione diretta.

Ciò che funziona invece è fare in modo che lui o lei ti lasci i suoi recapiti, che tu la possa contattare, magari con un’email immediata, telefonargli, mandargli un messaggio via Whats App o Sms, fargli sentire subito la tua presenza.

Dire a questa persona: bravo hai fatto il passo giusto per la tua vita, vuoi che ci sentiamo un’attimo al telefono, oppure ci scriviamo che ti racconto cosa faccio e magari mi spieghi meglio le tue esigenze?

Il processo è lo stesso che accadrebbe se una persona bussasse alla porta del tuo studio professionale… come lo accoglieresti? Saresti cordiale? Parleresti? Spiegheresti meglio?

Certo, è vero che alle persone non piace essere contattate.

Quindi si potrebbe essere perplessi nel chiamare persone che poi potrebbero reagire come se tu fossi il centralinista della Telecom che vuole proporgli il nuovo abbonamento telefonico.

Ma il trucco è fare in modo che ti contattino loro, che siano loro a scriverti o a chiamarti e dare subito loro un cenno di vita reale.

“Vuoi iscriverti? Compila questo modulo e sarai contattato subito per offrirti maggiori informazioni.

Ti telefoneremo per fissare un appuntamento telefonico.” Oppure offrigli più opzioni tipo:

Vuoi essere contattato via telefono, via email o via Whats app?”

Se la persona compila il modulo significa che desidera essere contattata.

Allora contattala subito. Fatti sentire aperto e cordiale, ma non troppo accomodante. Questo non piace alle persone, può far pensare che sia tu ad avere bisogno di lui o lei, quando invece è la persona che ha un’esigenza da risolvere.

Ricordalo!

La persona ha un’esigenza da risolvere, scoprila e parlagli di come tu puoi rispondere ad essa.

I tuoi dialoghi con i potenziali partecipanti dovrebbero essere incentrati sul come tu li aiuterai a risolvere le loro esigenze, raggiungere i loro obiettivi, migliorare le loro vite. Ma devi essere specifico, devi parlare con argomenti tagliati su misura su di loro, altrimenti rischierai di essere generalista e quindi poco efficace. Ecco perchè è importante scoprire subito qual è la loro esigenza.

Poi fatti lasciare un acconto. Qualche cosa che lo impegni subito. Se non lo impegni subito c’è una probabilità del 90% che la persona si perda nei meandri della sua quotidianità.

Quindi, in sintesi: lo strumento “eventi” di Facebook è assolutamente inutile ai fini di raccogliere iscritti ai propri eventi o corsi.

Piuttosto è meglio Eventbrite, oppure gli strumenti che abbiamo costruito su Holystica che hanno tutto un modus operandi tagliato su misura per le esigenze dell’operatore olistico.

  • Se desideri frequentare un corso veramente molto approfondito su questi argomenti puoi metterti in lista d’attesa per il prossimo corso che svolgeremo in aula.  Ci piace la formula residenziale, ossia un weekend (sabato e  domenica), normalmente ne teniamo uno solo all’anno ma essendo che il precedente è stato tutto esaurito in pochi giorni, abbiamo pensato che al raggiungimento di 30 pre-adesioni ne terremo un’altro con data da destinarsi.
    Se hai un serio interesse alla partecipazione puoi dare la tua pre-adesione leggendo le informazioni in questa pagina.

Un caro saluto

Ugo Brusegan

Webmarketing Olistico & Direttore Marketing Holystica.net

1 Comment on this Article

  • Valkiria Bolinelli

    Interessanti e molto utili le vostre indicazioni.

    Ma…, come faccio per contattarvi? Vi ho mandato una mail qualche tempo fa e non ho mai ricevuto una risposta.

    on maggio 29, 2017 Accedi per rispondere

Add a comment